In the draft #1: NASCAR Series

Home / News / Cinisio.com / 15.07.11
Tempo di lettura: 3 minuti

Che cos’è la NASCAR, da dove arriva, com’è strutturata?

Un po’ di storia

La NASCAR (National Association for Stock Car Auto Racing) nasce il 21 febbraio 1948 a Daytona Beach, Florida, per volere di Bill France Sr., ma la parte interessante è: cos’ha portato il signor France a fondare un’associazione del genere?

Risposta: sin dagli anni 20 e 30, quando le automobili cominciavano a diventare più potenti e veloci, negli Stati Uniti regnava il proibizionismo. Numerosi erano i contrabbandieri di alcool che dovevano trasportare qui e là, spesso affrontando viaggi assai lunghi, soprattutto nella zona degli Appalachi (sud-est degli USA) gli spiriti ed i distillati prodotti di nascosto; spesso le loro auto venivano preparate sia dal punto di vista motoristico che telaistico per poter fuggire agevolmente dalle forze dell’ordine.

La Ford Fairlane con cui Mario Andretti vinse la Daytona 500 del '67

Nel 1933 il proibizionismo cessò, ma con esso non si spense la passione per i motori dei contrabbandieri: ecco dunque che 15 anni più tardi il buon Bill France si organizzò con altri piloti, promotori e finanziatori per regolarizzare quelle che fino ad allora erano state “garette sporadiche” organizzate senza un filo logico a congiungerle, prima tra tutte la 500 miglia di Daytona.

Questa gara veniva disputata su un percorso piuttosto particolare: un pezzo di spiaggia ed una parte della freeway ad essa parallela, congiunte da due stradine; altre gare venivano disputate sui dirt track, come le piste da speedway che abbiamo anche in Italia.

Tiriamo un attimo le somme: la NASCAR nasce da una compagnia di ex contrabbandieri, gente poco affidabile, e disputava gare in giro per l’America anche sulle spiagge; che gente!

 

La NASCAR oggi

Oggi la NASCAR è un’organizzazione che non teme confronti con altre autoproclamatesi più blasonate (es: FIA).

La sua organizzazione è a metà strada tra la suddetta FIA e la MotoGP, ma dovete sapere che ogni paragone è impossibile, vista la totale differenza tra i tipi di motorsport che le varie associazioni/federazioni trattano.

La NASCAR è organizzata in 3 categorie, di cui sono stati venduti i nomi agli sponsor; abbiamo:

  • Sprint Cup Series (NSCS): è la categoria regina, l’olimpo dell’automobilismo americano e non solo;
  • Nationwide Series (NNS): è la seconda categoria, dove corrono i giovani arrembanti con auto molto simili a quelle della Sprint Cup, solo un po’ meno potenti;
  • Camping World Truck Series: la terza categoria, che spesso però supera la popolarità della seconda; si corre con dei pick-up che sotto la scocca nascondono telaio e motore come quelli delle auto delle prime due categorie, anche qui però con il motore depotenziato.

Seguono poi altre categorie nazionali, regionali e locali dove il “sanctioning body”, ovvero l’organizzazione centrale indirizza un grande impegno per sostenere tutte quelle attività dilettantistiche e semi-professionistiche che costituiscono la radice degli appassionati del genere.

 

Questa è una prima panoramica dello sport, prossimamente arriveranno articoli sui mezzi, sull’anatomia di una gara, sui rapporti tra piloti, …

Di cose da scoprire la NASCAR ne nasconde un’infinità, keep in the draft!

Tag:

Racing news

The Team

The Partners

Collabora con noi

Continuano a navigare questo sito, accetti i termini di utilizzo dei cookie Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi