VKI-ES: report della III prova

Home / News / Racing / 17.06.12
Tempo di lettura: 4 minuti

Grande soddisfazione per il team Cinisio Racing, dopo una giornata tanto dura quanto ricca di soddisfazioni: il caldo, la fatica di guidare per oltre un’ora a testa ed il raggiungimento dell’obiettivo preposto hanno animato una giornata sensazionale.

Sabato 16 giugno è andata in scena la terza prova del campionato Vicenza Kart Indoor Endurance Series, ed anche stavolta il team Cinisio Racing era in griglia di partenza: la gara è stata disputata in una giornata estiva, caratterizzata da un sole cocente che per tutto il tempo ha accompagnato l’attività in pista.

A causa di vari impegni dei piloti il team si è dovuto presentare dimezzato: a scendere in pista siamo stati io, Marco ed Alessandro. Da sottolineare anche come questa gara abbia rappresentato il vero e proprio debutto in gara di Marco, dopo il recupero dall’infortunio che l’ha bloccato a letto per varie settimane.

Un grande valore aggiunto è stato dato alle pubbliche relazioni dal papà di Alessandro che, per tutta la durata della manifestazione, ci ha accompagnato con la sua inseparabile macchina fotografica.

Per quanto riguarda il fronte degli avversari, varie squadre sono state accorpate formando nuovi team a causa delle defezioni di vari piloti per un totale di 11 squadre, numero ridotto rispetto a quanto ci si aspettava inizialmente: questo è andato a nostro vantaggio nella classifica generale, avendo partecipato a tutti gli appuntamenti finora organizzati.

Qualifica

Date le prestazioni spesso non esaltanti che il nostro team ha saputo esprimere in qualifica nei primi appuntamenti, abbiamo scelto di “sacrificare” la sessione facendola disputare a Marco, in modo da fargli guadagnare quanta più esperienza possibile, accettando l’ultima posizione in griglia di partenza.

Marco ha rappresentato il team in qualifica

Gara 1

La sequenza dei nostri piloti è stata Alessandro – Cinisio – Marco, ripetuta per 2 volte. In partenza Alessandro è riuscito a guadagnare subito una posizione, salvo però perdere terreno a causa di un testa-coda al terzo giro. Dopo ciò comunque è ritornato in decima posizione e, grazie anche a qualche sventura dei nostri avversari, siamo arrivati ad occupare anche l’ottava piazza.

Alla fine abbiamo concluso in decima posizione, a quattro giri dai vincitori (l’A-Team, con 93 giri e miglior tempo di 1’16.040) e con miglior tempo 1’17.800 fatto registrare da Alessandro nel suo secondo turno di guida.

Sole e velocità (ed Alessandro al volante)

Gara 2

Per la seconda manche abbiamo deciso di cambiare ordine e, dunque, strategia optanto per la sequenza Cinisio – Marco – Alessandro ripetuta anche stavolta due volte.

In partenza sono riuscito a guadagnare due posizioni, stabilizzandomi in nona piazza. Con il proseguire della gara abbiamo continuato ad oscillare tra il nono ed il decimo posto, posizione in cui ci siamo ritrovati all’inizio del mio secondo turno di guida: posso dire che, uscendo dai box, ho visto il team avversario passarci letteralmente davanti!

Come il motorsport insegna, però, in ogni momento tutto può succedere: a 7 minuti dalla fine (4 giri praticamente) il team MIV, che occupava l’ottava posizione (risultato di tutto rispetto, essendo la prima gara di campionato a cui partecipava) ha accusato una rottura meccanica che gli è costata il ritiro: questo ci ha fatto salire in nona posizione, con Alessandro che ci ha portato alla bandiera a scacchi.

Alla fine abbiamo percorso 89 giri, nuovamente staccati di 4 giri dai vincitori, con miglior giro fatto registrare da me in 1’18.395. A vincere è stato il team “I Babbaloni” con 93 giri e con il crono più veloce di 1’16.034.

Considerazioni finali

A mio parere si è trattato della nostra miglior gara in assoluto: abbiamo avvicinato ulteriormente il gruppo nei tempi sul giro, e siamo riusciti a centrare il nostro obiettivo: schiodarci dall’ultima posizione, restando costantemente in gara con le ultime 3 classificate!

I complimenti vanno soprattutto a Marco, che ha saputo migliorare di ben 3 secondi la propria prestazione sul giro, arrivando a girare sull’1’20.5: un tempo relativamente alto, ma considerando tutte le “condizioni al contorno”, si tratta di un risultato magistrale.

Durante la gara è stato difficile interpretare la pista a causa delle temperature molto alte dell’asfalto, ma i miglioramenti continuano a vedersi e questo ci rincuora non poco.

Il prossimo appuntamento del campionato è previsto per sabato 14 luglio, ma i nostri fondi ci permettono di disputare ancora una gara. Poiché dobbiamo puntare su un appuntamento dove potranno essere presenti quanti più piloti possibile del nostro team, molto probabilmente si tratterà della gara del 13 ottobre, saltando anche l’appuntamento del 15 settembre.

Ovviamente ci piange il cuore dover stare a guardare, ma lo stipendio da studenti non ci permette altre spese: per questo siamo ancora alla ricerca di uno sponsor che ci dia una mano a completare il programma, anche con un contributo minimo – tenendo presente anche di quella che è la copertura mediatica che possiamo offrire – ma fondamentale per permetterci di ripresentarci ai nastri di partenza.

 

Concludo ringraziano i piloti del team (tra cui Fabio, per il supporto a distanza), Alu-Brass e DGF Impianti, il VKI e tutti i team con cui abbiamo avuto modo di confrontarci.

Questo è tutto gente, alla prossima!

 

 

Tag: ,

Racing news

The Team

The Partners

Collabora con noi

Continuano a navigare questo sito, accetti i termini di utilizzo dei cookie Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi