Winter Marathon: resoconto finale

Home / News / Racing / 13.02.12
<strong>Tempo di lettura:</strong> 2 minuti

Come vi avevo anticipato, sabato 4 febbraio io ed altri 5 compagni di avventura abbiamo preso parte alla Winter Marathon organizzata dal team Superkart presso il kartodromo Vicenza Kart Indoor di Altavilla.

Sapevamo che si trattava di una vera e propria avventura: 6 ore di gara, oltre un’ora di guida a testa, 10 squadre avversarie, freddo polare con temperature mai sopra 0°C; non sapevamo (ma me lo aspettavo) che ci saremmo trovati a correre contro delle formazioni fortissime, piloti dalla grande esperienza nelle kart endurance in giro per tutto lo stivale (e non solo). Dopo pochi minuti di gara, infatti, avevamo già capito che il nostro posto era nella metà inferiore della classifica: il nono posto (su 11) in qualifica, ad oltre 2 secondi dai leader ci ha fatto capire subito che il livello degli avversari era altissimo, che la possibilità di vincere non c’era (se mai qualcuno l’avesse considerata una possibilità) e che avremmo dovuto dare il 110% tutti.

La gara

Si trattava della prima gara “vera” a cui prendevamo parte, col nome “Mariuz Team” in onore di Marco che, purtroppo, non ha potuto essere presente; e tra tutte le novità della prima volta abbiamo trovato la gestione della strategia dei rifornimenti e dei cambi pilota, con i turni che non dovevano superare i 22 minuti di guida ciascuno.

Durante la gara ha cominciato anche a nevicare due volte, ma mai al punto di impensierirci: a parte ciò, le 6 ore sono state lunghe, ma sono volate molto velocemente e con l’occhio costantemente puntato sullo schermo dei tempi. Grandi prestazioni sono state registrate da Eros (record della squadra con 1’19’2) e Alessandro, mentre a seguire c’erano Ovo, Io, Daniel e Riccardo, a cui purtroppo è toccato l’ingrato ruolo del “più lento del team”. La nostra posizione migliore è stata la settima, raggiunta con Ovo grazie ad una strategia azzeccata nel primo rifornimento ed una condotta di gara buona, aiutati anche da un guasto meccanico del team Emilia Racing.

Per il resto della gara siamo stati in competizione per l’ottavo posto con il team Superkart, ma la loro esperienza ed abilità ci ha staccati di quasi un giro nel finale, relegandoci alla nona posizione, da cui eravamo partiti. Sottolineo la prestazione maiuscola di tutti i team: in 6 ore non c’è stato praticamente nessun incidente!

Ciò nonostante, siamo riusciti tutti a migliorare le nostre prestazioni nel corso della gara, guadagnando un sacco di esperienza con una prestazione tutto sommato soddisfacente: abbiamo concluso subito dietro ai team ufficiali, distanziando di vari giri gli altri due team “privati” e centrando pienamente l’obiettivo di non concludere in ultima posizione.

Questa esperienza è stata sicuramente significativa, ci ha permesso di imparare un sacco di cose nuove, e ci ha fatto divertire un mondo (confesso che non vedo l’ora di disputare la prossima, money permettendo); un ringraziamento sentito va ai compagni di squadra Alessandro, Ovo, Eros, Riccardo, Daniel ed agli organizzatori, nonché alla pista che in 6 ore non ha sbagliato nulla (nulla!) e con un costo veramente contenuto (sotto l’aureo rapporto 1€/minuto) ci ha fatti divertire tutti per una giornata intera. Grazie anche, infine, a Gionata che è stato il nostro motivatore per tutta la gara.

Tag: ,

Racing news

The Team

The Partners

Collabora con noi

Continuano a navigare questo sito, accetti i termini di utilizzo dei cookie Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi