Giovanni, Marco, Simone, Mattia, Marco, Francesco

Il team ha dato il massimo nella gara più importante della stagione, collezionando un risultato nettamente migliore dell’anno scorso

Fuel our passion

© Stefano Chiarello / Pomposa Endurance

La 500 miglia di Pomposa è una classica dell’endurance italiano: con le sue 14 ore mette alla prova i team sia dentro che fuori dalla pista. Passo gara e strategie, ma anche organizzazione logistica e viveri devono essere organizzati al meglio per ottenere un buon risultato.

© Stefano Chiarello / Pomposa Endurance

Il team che abbiamo schierato sabato scorso sul circuito ferrarese è stato di prim’ordine: Simone Frealdo, Marco Dal Pezzo, Marco Antonello, Giovanni Magnabosco aiutati dai fratelli Mattia e Nicolò Tarocco, dal Paprika Racing Team. A coadiuvare i piloti dai box Francecso Zangrossi, vecchia conoscenza del team.

© Stefano Chiarello / Pomposa Endurance

Le qualifiche hanno mostrato subito il livello della competizione: Nicolò non è riuscito ad andare oltre il 18° tempo su 26 team, ad appena 1″ dal giro più veloce. Ripetiamo: 18 team in un secondo!

© Stefano Chiarello / Pomposa Endurance

Marco Dal Pezzo è partito in gara con una super rimonta, interrotta però dopo quattro curve da un contatto con conseguente uscita nella sabbia; un episodio spettacolare (visibile nel video degli highlights della gara) quanto pericoloso, ma fortunatamente Marco se l’è cavata solo con un’ondata di polvere (e tante imprecazioni), riuscendo a riunirsi subito al gruppo.

© Stefano Chiarello / Pomposa Endurance

Un altro contatto, unito ad una penalità nei primi cambi pilota, ha fatto capire ai ragazzi che sarebbe stata ancora una volta una gara da correre in rimonta, e così è stato. Tutti i piloti si sono allineati nei tempi e, a testa bassa, hanno percorso le 500 miglia dando il massimo.

Il risultato finale ci ha un po’ delusi: ultimi della categoria Pro, ma con la 13^ posizione assoluta. Un buon risultato, sicuramente migliorabile, ma visto il livello degli avversari non avremmo potuto fare molto di meglio.

© Stefano Chiarello / Pomposa Endurance

Assolutamente rilevante il miglioramento rispetto al 2018: praticamente dimezzato il distacco dai primi (9 giri vs 16 l’anno scorso), e posizione finale migliorata di 6 piazze (13 vs 19), oltre ad aver gestito più equamente il tempo di pista di tutti i piloti.

© Stefano Chiarello / Pomposa Endurance

La vittoria è andata al team PFV, il quale ha piazzato anche il suo secondo team in terza posizione, mentre a completare il podio è stato il Red Racing Spirit in seconda posizione. La categoria Amatori invece è stata appannaggio del team CKC di Messina.

© Stefano Chiarello / Pomposa Endurance

Ancora una volta, un plauso va all’organizzazione di Pomposa Endurance, precisa anche all’insorgere di qualche piccolo problema tecnico, e generosa nei gadget per i partecipanti. Ringraziamo anche i nostri fan Claudio e Francesco che hanno passato la giornata con noi.

Il prossimo appuntamento è fissato per la Winter Series (sempre by Pomposa Endurance), a cui aggiungeremo probabilmente alcune altre gare spot con cadenza mensile.

L’inverno, neanche quest’anno, non ci fermerà!
Stay racing!

© Stefano Chiarello / Pomposa Endurance

Fuel our passion

Prossima gara

Pomposa Endurance Summer Series

11 Luglio 2020

Circuito di Pomposa, Comacchio (FE)

Articolo precedente
Frealdo & Dal Pezzo: ottimi risultati nelle gare sprint
Articolo successivo
Quick change: è davvero la soluzione a tutti i mali?
Menu